lunedì 6 gennaio 2014

tre mostre di pittura

Annunciata (part.) - Antonello da Messina - (1476)
Mi sono regalato una giornata speciale, andando al Mart a Rovereto a vedere la mostra dedicata a Antonello da Messina.
Complessivamente la mostra non mi ha entusiasmato, ma l'Annunciata vale da sola il viaggio.
E' incredibile la luminosità che il pittore riesce a dare ai volti dei soggetti raffigurati, la loro naturalezza e modernità.
Di ritorno mi sono fermato a Verona, dove c'è una mostra dedicata al paesaggio dal Seicento fino a Monet. Una mostra ricca, con parecchi quadri di Monet e, tra gli altri, Van Gogh, Pissarro, Renoir e Cezanne.
Ho poi già prenotato un biglietto per la mostra di Vermeer che aprirà tra un mese a Bologna, con la famosa Ragazza con l'orecchino di perla.
Insomma, un inizio d'anno nato sotto il segno della pittura...
Unica nota stonata, al Mart di Rovereto ho incrociato Vittorio Sgarbi, che dal vivo è riuscito a trasmettermi una sensazione negativa ancora più accentuata di quando mi capita di vederlo in tv...

4 commenti:

Renata_ontanoverde ha detto...

Buon Anno Giorgio!
Concordo con te, i quadri dal vero danno un'emozione grande e particolare e valgono il viaggio :)
Ancora tantissimi auguri! Renata

Olgica T ha detto...

Bella doctor questa giornata "pittoresca",anch'io ho visto la mostra di Verona che ho apprezzato molto!

Rossland ha detto...

Grazie per la segnalazione della mostra a Bologna di Veermer: non so resistergli, e non solo per La ragazza...

mari da solcare ha detto...

Un caso di azzurro perfetto, il colore del manto dell'Annunciata di Antonello da Messina, i cui lineamenti comunicano una serena dolcezza.
Vermeer poi merita sempre un viaggio. Buona giornata.