giovedì 3 ottobre 2013

amor sacro e amor profano

Amor sacro e amor profano - Tiziano - 1514
Mi ha sempre lasciato perplesso la contrapposizione tra amore sacro e amor profano, mi ha sempre lasciato con una sensazione di incompiutezza, come due parti che non rappresentano l' intero perché sono vissute come scisse, opposte tra loro.
Io credo che l'amore possa contenere in sé entrambi i termini. 
Fisicità e spiritualità sono due modalità che, se congiunte, possono esprimere compiutamente l'incarnazione dell'amore.
L'Amore è uno solo e la sua sacralità si può manifestare appieno nel rapporto fisico tra corpi non disgiunti dall'anima, ma vivificati dalla totalità con cui si può essere nella relazione amorosa, anche al di fuori delle credenze religiose e dei sacramenti. 
Un esserci completamente, che include necessariamente la presenza del sacro accanto al profano. 

5 commenti:

Cicabuma ha detto...

Ma cos'è l'Amore, quello con la A maiuscola, se non la commistione tra sacro e profano, tra spirito e corpo, tra anima e sangue?
Un abbraccio
Francesca

Pierluigi ha detto...

Amore è amore. Il resto è dittatura di parole.

Renata_ontanoverde ha detto...

Penso che i concetti di Amor Sacro e Amor Profano non ci appartengano più, che siano solo il retaggio di giochi di potere e di classismo, di una civiltà in cui pochi cercavano di intimorire la massa per meglio governarla.

Quindi se con Amor Profano identifichiamo il sesso ed Amor Sacro l'incontro spirituale di due anime che legano il proprio destino con un sentimento profondo, posso dire che coesistono perfettamente. Perché anche nell'Amor Profano c'è bisogno di rispetto e quando c'è il rispetto, tutto viene nobilitato.

Buon week-end Doc! :)

nellabrezza ha detto...

Io vidi questo quadro da adolescente... e mi venne di dire il titolo senza sapere che fosse proprio quello, indovinai. Ma sempre l'ho interpretato come la rappresentazione dell'amore verso Dio, che è cosa essenzialmente spirituale ed astratta, e dell'amore verso gli esseri umani come noi, che comprende sia ciò che è astratto e sprituale, che ciò che è concreto e materiale e fisico.

Graziana ha detto...

Vidi questo dipinto q 14 anni, in primo superiore; la prof ce lo sottopose e ci invitò a commentarlo. Il mio commento spontaneo di allora fu questo: l' amor profano è la donna vestita, l' amor sacro è l' altra.
Troppo lunga da riportare la discussione ... che del resto è facilmente intuibile.