domenica 6 ottobre 2013

le opere di Jung alla biennale di Venezia

Un'idea per un fine-settimana piovoso d'autunno? Andare a visitare la Biennale di Venezia, aperta fino al 24 novembre, esclusi i lunedì. 
Quest'anno, per noi psicologi junghiani, c'è una chicca: l'esposizione delle tavole dipinte da Jung che illustrano il suo Libro Rosso, recentemente pubblicato anche in Italia.

Proprio ieri, un amico che non è psicologo e non è junghiano, ma è semplicemente un artista creativo, mi ha raccontato, assieme alla moglie, le emozioni che hanno provato davanti a queste opere di Jung esposte ai Giardini della Biennale, sostenendo che sono stupefacenti anche dal punto di vista tecnico-pittorico, paragonabili ad antiche preziose miniature.

Ma fare un giro alla Biennale, lui sostiene, fa bene comunque, perché si entra in contatto con creazioni di artisti di ogni parte del mondo e ci si apre un po' la testa, ci si relaziona con stimoli che attivano i nostri sentimenti e i nostri pensieri, come un invito a un dialogo che vada oltre la tradizionale ricerca del bello.

Se volete avere subito un'idea delle immagini realizzate da Jung, potete guardare qui:
https://www.google.it/search?q=libro+rosso+jung&espvd=210&es_sm=122&um=1&ie=UTF-8&hl=it&tbm=isch&source=og&sa=N&tab=wi&ei=fWdRUumWKabo4QTg_4HIBg

5 commenti:

paola tassinari ha detto...

Mi piacerebbe andare a Venezia... intanto sono andata al link :)

Sabine eck ha detto...

Ho già in programma di andare alla Biennale... poi novembre è il meso perfetto per visitare Venezia.
Appena uscito anni fà ho preso il libro facsimile dei diari di Jung... un' universo da scoprire
Bel blog! mi piace molto il titolo: "poesia della psiche"... è proprio cosi.
Complimenti :-)

giorgio giorgi ha detto...

@sabine eck: grazie dei complimenti, che mi fanno molto piacere.

Vitamina ha detto...

Mia figlia ha il libro rosso di Jung. Il babbo gliel'ha chiesto per leggerlo. Lei ha detto che non glielo da perché non vuole sciuparlo, ne comprerà una versione economica e gli darà quella. Siamo a questo punto. Le chiederò di farmi vedere le immagini.

nellabrezza ha detto...

sì, ci vado sempre per questi motivi che hai esposto...è un'esposizione ad altre culture ed ad altri linguaggi. ci sono stata a giugno, meraviglioso il libro, peccato che fossero molto poche le illustrazioni esposte... ci vorrebbe molto tempo per gustarle appieno, la biennale è estesissima !