sabato 31 marzo 2012

siamo tutti "diversi"

Una delle cose più difficili da accettare è la diversità, quella degli altri ma anche la nostra.
Quanto più si accetta la nostra diversità, tanto più si accetta quella degli altri.
Non esiste un individuo che sia esattamente uguale a noi nel corpo o nella psiche, quindi gli altri sono sempre dei diversi ai nostri occhi, come noi lo siamo per loro.
Il sentirsi diversi dalla maggioranza è spesso fonte di sofferenze, soprattutto nell'adolescenza, ma ciò che ci dovrebbe stare più a cuore è la ricerca e la valorizzazione della nostra verità, perchè è quest'ultima che racchiude il senso della nostra esistenza.
Le relazioni affettive sono tanto più appaganti e vivificanti quanto più sono vere, anche quando i punti di vista sono diversi, perchè è proprio nel modo di affrontare le diversità insieme nella verità che si misura la coesione di una coppia o di un gruppo.
Da questo punto di vista, quindi, meglio dire una verità scomoda di una comoda falsità.

10 commenti:

Massimo Caccia ha detto...

Mi limito ad un solo aggettivo di commento: bellissimo!
Bellissimo perchè diverso.
Buon fine settimana.

teoderica ha detto...

...sempre sentita anomala, fin dall'infanzia e bugiarda per indole, ad una coraggiosa ed utile verità, l'inconscio maledetto mi fa uscire dalla bocca una pietosa ed ipocrita bugia, non mi piace far soffrire le persone anche se è per il loro bene.
Apollinnea la mia ragione si fa sconfiggere dal dionisiaco inconscio.
Buona domenica.

Cicabuma ha detto...

Quando parli di adolescenza mi viene in mente mia figlia, che pur di assomigliare al gruppo, soffoca la sua indole e la sua bellissima unicità. Io mi arrabbio sempre perchè non riesco a capire. Da ragazza io ero orgogliosa di essere diversa dagli altri, facevo di questa cosa un vanto... E' vero, siamo tutti diversi!
Un abbraccio
Francesca

Lorenzo ha detto...

Spesso accettare i difetti degli altri è troppo difficile, ma riconoscerli serve comunque ad accettare meglio i propri.

Loredana ha detto...

Il lavoro maggiore è su sè stessi e allora si sapranno accettare gkli altri, certo le delusioni non mancano soprattutto da chi ci è più vicino, proprio perchè da chi amiamo ci aspettiamo di più, ma mentire mai.

Tanto alla fine si fa soffrire ugualmente con una bugia e allora meglio la verità!

buona domenica
loredana

Costantino ha detto...

Propendo anch'io per le verità scomode.
Buona domenica,Costantino.

zefirina ha detto...

persino Coco Chanel diceva che per essere insostituibili bisogna essere diversi, quando sei adolescente non ti va proprio di sentirti diversi e talvolta far parte di un gruppo o desiderare di farne parte non significa necessariamente uccidere la propria identità, più semplicemente sentirsi meno in balia dlle onde, di quei sentimenti forti tipici dell'adolescenza, crescendo si impara a costruire una propria identità e con un po' di autostima anche ad affermare le proprie peculiarità

rosso vermiglio ha detto...

Più che diversi, mi piace la definizioni UNICI. Ognuno di noi è unico al mondo per gli stessi motivi che hai elencato. Troppo bello questo pensiero

alessandra ha detto...

Dopo essere stata una bimba timida, un'adolescente che non si sentiva compresa e troppo diversa,sono diventata un'adulta che si affascina nello scoprire le diversità di ognuno. Non so se sono capce di accettare sempre l'unicità dell'essere però mi piace osservarne le caratteristiche caratteriali e spirituali..quanto siamo diversi e belli ognuno a suo modo! Accettando gli altri si arriva ad amare molto se stessi e credo in un modo meno egoistico, quando non ci sentiamo migliori o superiori ma solamente diversi.

ivana ha detto...

Condivido tutto e mi piace soprattutto l'ultima parte. Quando ero un' adolescente ero molto timida e mi sarebbe piaciuto essere come quelle compagne di classe che non si stavano mai zitte e che non avevano problemi ad interrompere le lezioni per fare domande. Poi col passare del tempo le cose sono un po' cambiate,ho visto che ci sono persone che parlano,parlano e alla fine non c'è alcun che di concreto in quello che stanno dicendo. In queste situazioni "il mio sentirmi diversa diventa per me una cosa positiva".Non è sempre facile dire una verità scomoda ma non sopporto l'ipocrisia .Se non ci riesco con le parole cerco di farlo capire con l'espressione del viso però chi mi sta difronte non sempre capisce o non vuole capire. Ciao buona settimana.