mercoledì 4 gennaio 2012

da non perdere


A Ferrara, Palazzo dei Diamanti, fino all'8 gennaio è aperta la mostra Gli anni folli, dedicata alla Parigi degli anni '20-'30. Quadri di Modigliani, Picasso, Dalì, Chagall, Renoir, De Pisis e tanti altri pittori dell'epoca, oltre a sculture, costumi e fotografie.


La mostra è bellissima, organizzata perfettamente, aperta tutti i giorni con orario continuato, nel weekend fino alle 23. L'orario con minore affluenza è dalle 13 alle 15, ma normalmente c'è poca fila e comunque si sta al coperto sotto il portico di un cortile interno. Il comodo parcheggio dei Diamanti è a 100 metri dalla mostra.

 

Molto bello è anche l'ultimo film di Woody Allen  Midnight in Paris, ambientato nella Parigi degli anni '20. Allen fa rivivere Modigliani, Picasso, Scott Fitzgerald, Hemingway, Gertrud Stein e altri artisti dell'epoca.
Si sente l'amore del regista per gli ambienti artistici e letterari parigini dei primi anni del '900. Atmosfere oniriche, fotografia, scenografie e costumi straordinari.
Da non perdere.

17 commenti:

alessandra ha detto...

Ho visto il film Midnight in Paris, mi è piaciuto molto, sopratutto per l'atmosfera che fa respirare, quella degli anni 20-30. Anch'io come credo volesse Woody Allen mi sono chiesta in quale epoca mi sarebbe piaciuto vivere concludendo che forse il presente , la sua accettazione, è l'epoca migliore.
La mostra è da vedere sicuramente,farò in modo di andarci domenica anche per fare un bel giretto per la bellissima città di Ferrara.Grazie per la segnalazione.

il monticiano ha detto...

Ti do ascolto per uno dei tuoi suggerimenti, quello di vedere il film di Woody Allen poiché per la mia eventuale visita a quella mostra di Ferrara che pure mi sarebbe piaciuta vedere, devo malvolentieri rinunciarvi per motivi piuttosto seri. Grazie,
aldo.

teoderica ha detto...

Dear Giorgio,
Midnightin Paris non l' ho ancora visto, ma già mi piace molto dal titolo.
La mostra di Ferrara l' ho vista ed ho già pronto un racconto in più puntate per il mio blog...non so quando lo pubblicherò, parlo dell' arte vista coi sensi più che con gli occhi...ti anticipo che sono rimasta fulminata dal pittore giapponese che era nella seconda sala.
Ciao.

Lara Ferri ha detto...

Grazie Giorgio per queste segnalazioni.
Non ho ancora visto il film di Allen, ma mi attrae molto.
Sono stata invece al Palazzo dei Diamanti. Di solito cerco di non perdere le grandi mostre che spesso proprio lì a Ferrara, vengono organizzate.
Un affettuoso saluto,
Lara

nellabrezza ha detto...

accidentaccio! se lo sapevo prima ...(oramai l'8 gennaio è qui!) ci sarei andata volentieri a ferrara per la mostra...una città che adoro ! ..e pochi anni fa ci vidi una mostra "esiziale", sebbene non per il lato artistico.

no, quel film non mi attira. mi sembra troppo... troppo...romantico?

Rossland ha detto...

Incredibile! Ci sono stata il 31.12, e la cosa che più mi è piaciuta è stato scoprire autori e quadri di cui non sapevo nulla (come il secondo che lei qui posta, che è fra i più affascinanti della mostra, secondo me) e che la piccola sala dove sono esposti gli abiti creati per il teatro è di per sé una sorta di teatro incantato.
L'altra cosa incredibile, è l'inevitabile accostamento al film di Woody Allen, quasi che l'aver visto prima il film e solo dopo la mostra, questa benefici di un di più immaginifico che la esalta.
Insomma, grazie per aver qui riassunto due momenti belli di arte vera (considero Midnight in Paris un tributo all'arte e insieme un piccolo capolavoro come Woody non ci regalava più da tempo).

isi ha detto...

oh, ho visto in questi giorni il film di w. allen, e non mi ha entusiasmato. l'ho trovato "debole".

alessandra ha detto...

E' deciso, acquistato i biglietti del treno, letto una parte del terzo volume sulla storia dell'arte sul novecento, io e mia figlia abbiamo nascosto i nomi e cercato di citare gli autori di vari dipindi. Siamo entusiaste, grazie, non so come mi sia sfuggita una mostra così bella.

L'apprendista ha detto...

Arrivo dal Bho...blog. Ieri sono stata a Barcellona in un'esposizione sugli impressionisti (Degas, Toulouse-Lautrec, Renoir, Monet...): un altro dei periodi brillanti della storia della pittura e anche questo in Francia. Credo che mi piacerebbe questa mostra di Ferrara, purtroppo non sono in tempo di andarci ;) Per quanto riguarda il film di Allen mi è piacciuto tantissimo!! Ne ho fatto una piccola recensione il 5 giugno sul mio blog. Scusa gli errori però non sono italiana e sto imparando la lingua. A presto.

Costantino ha detto...

A Ferrara vorrei proprio tornarci.
Per la mostra, e per la bellezza della città.

Sandra M. ha detto...

Che meraviglia...sicuramente andrò. davvero non si può perdere. Il film, per ora , non l'ho visto: questa sera vedremo "idi di marzo" prima che scompaia dai cinema. Poi cercherò di vedere anche Woody.
Grazie per i suggerimenti...condivido il tuo parere.

Mat ha detto...

Interessante, peccato che io non son vicina a Ferrara.
Il film però... lo guarderò di certo e visiterò il sito che hai indicato per la mostra.
Grazie

nellabrezza ha detto...

oggi visitando Palazzo Spada a Roma, sede del Consiglio di Stato, tra i busti di importanti personalità che ne hanno fatto parte ho visto un busto ottocentesco con il tuo nome: Giorgio Giorgi !
così curiosando in rete ho trovato questo sito dove si trovano notizie del tuo omonimo: http://www.giustizia-amministrativa.it/documentazione/studi_contributi/quarta_sezione.htm

Monica ha detto...

ah che bello!!

giorgio giorgi ha detto...

@nellabrezza: ti ringrazio per la curiosa segnalazione!

alessandra ha detto...

Bella mostra e gita nella stupenda città di Ferrara, ancora grazie per il consiglio.

Mirtilla ha detto...

Ho recentementescoperto di avere una passione x gli anni '20.....andrò a vedere il film proprio x questo!! Buon anno Giorgio!!! :-)